Il numero è spaventoso e preoccupante, secondo la SBU (Società brasiliana di urologia) il 51% degli uomini non è mai stato da un urologo, il che giustifica molti uomini che muoiono ancora per rinviare trattamenti come il cancro alla prostata, per esempio.

Il tabù che coinvolge i problemi maschili rende solo difficile diagnosticare qual è il secondo cancro più comune tra gli uomini brasiliani.

Quello che gli uomini devono sapere è che la malattia, se rilevata in tempo, ha grandi possibilità di guarigione, quindi è fondamentale prevenirla.

Cos’è la prostata?

La prostata è una ghiandola che fa parte del sistema riproduttivo maschile, situata all’uscita della vescica, la cui dimensione è quella di una noce. Produce la maggior parte dello sperma ed è quindi una parte importante della fecondazione.

Molti uomini non lo sanno, ma la prostata cresce, nell’adolescenza e dopo i 40 anni.

Cos’è il cancro alla prostata?

È durante la fase di crescita della prostata che una delle tante cellule può essere cancerosa e proliferare, e se il problema non è controllato, il cancro può lasciare la prostata e diffondersi ad altre parti del corpo.

Ecco perché è importante avere un follow-up annuale dopo i 40 anni.
Esiste un gruppo a rischio?

Sì, sia coloro che hanno una storia familiare con la malattia, principalmente, di primo grado (padre, fratello o zio) che obesi.

Vale la pena notare che gli obesi, tuttavia, hanno anche una maggiore predisposizione a sviluppare tumori più aggressivi.

Pertanto, la cura della prostata, agli appuntamenti annuali, dovrebbe iniziare all’età di 50 anni (o 45 anni per chi ha una storia familiare).

Esami di prevenzione

Va tenuto presente che a 1 anno su 8 verrà diagnosticato un cancro alla prostata. Il problema è che, all’inizio della malattia, è impossibile avvertirne i sintomi, quindi è fondamentale fare un controllo regolare per identificare il prima possibile la malattia.

L’identificazione precoce del cancro alla prostata facilita la completa guarigione.
L’esame della prostata, così come la mammografia per le donne, mira a esaminare la prostata del paziente toccando l’ano per rilevare noduli e indurimento.

L’esame, sebbene pieno di tabù, è molto veloce, richiede dai 7 ai 10 secondi ed è indolore.

Se viene rilevata un’anomalia, verranno richiesti test aggiuntivi.

Sintomi del cancro alla prostata

Il cancro alla prostata è una malattia silenziosa, quindi quando i sintomi si avvertono, di solito non è più nelle sue fasi iniziali.

Come prevenire il cancro alla prostata?

Sfortunatamente, non possiamo cambiare la storia familiare di nessuno, ma ci sono modi per cambiare alcune abitudini o stile di vita.

Pertanto, evitare l’eccesso di carne rossa, grasso animale e investire in un’alimentazione sana e nell’attività fisica è un buon modo per prevenire l’obesità, che è un fattore di rischio per la malattia.

Diverse ricerche e studi rincorrono sostanze in grado di prevenire la malattia, in questo senso il licopene, presente negli alimenti rossi come i pomodori, si è distinto come forma di prevenzione.

Puoi anche usare un prodotto naturale per la prevenzione e il prostatricum funziona molto bene per prevenire e persino curare le malattie della prostata.

Trattamenti contro il cancro alla prostata

Il trattamento per il cancro alla prostata è definito dal medico in base allo stadio della malattia.

Se la diagnosi è precoce, la soluzione può essere un intervento chirurgico per rimuovere la prostata, integrato dalla radioterapia.

E nei casi più avanzati della malattia, di solito sono indicati i bloccanti ormonali e la chemioterapia.